Copyright © Fiabelandia.it
Info Privacy



Racconto di Patrizia Ambrosini

Maghetto,un piccolo mago che abitava in mezzo al bosco, stava facendo colazione con i suoi biscotti preferiti quando sentì bussare alla porta:
“Maghetto apri, sono io !Devo dati una notizia importante!”
Era la sua amica Streghina, “Sai”!!!, gli disse non appena entrata in casa
“siamo stati invitati alla grande festa della magia, ci saranno le streghe, le fate e i maghi più bravi del mondo, si danzerà per l'intera notte, poi io e te insieme faremo sentire a tutti la nostra prima formula magica e riceveremo in dono il cappello stellato.”
“Fantastico Streghina !” esclamò maghetto pieno d'entusiasmo, “adesso però dobbiamo pensare a una formula super, diversa da tutte quelle in circolazione, una formula magica nuova, strepitosa che lasci tutti a bocca aperta per la meraviglia”
“Sono pienamente d'accordo Maghetto, ma da dove cominciamo? Vediamo...senti un po' questa: obra cadobra che te ne pare?” chiese Streghina pensando già di essere sulla buona strada.
“Mi dispiace Streghina”, rispose prontamente Maghetto, “Ma obra cadobra è quasi uguale a una vecchia formula magica: abra cadabra, ci vorrebbe qualcosa di più originale.”
“Hai ragione Maghetto. Per farci venire un'idea potremmo andare nel bosco a fare una passeggiata che ne dici?”propose Streghetta.
Maghetto pensò che era un ottima idea, così si incamminarono nel bosco di buon passo.

Nel bosco incontrarono Lampo, un simpatico folletto a cui le streghe, i maghi e le fate si rivolgevano a lui perchè solo lui sapeva procurare loro gli ingredienti più strani e introvabili da mettere nei filtri magici.
“Ehilà amici” li salutò Lampo
“ho qui qualcosa da mostrarvi, roba di prima qualità, me l'hanno ordinata per la grande festa della magia.” E in men che non si dica aprì il fagotto che teneva sulle spalle: c'erano uova e denti di drago, code di lucertola, rametti di salice piangente,pelle di serpente,acqua di stagno melmoso,denti di pipistrello.
“oh! Lampo, potremmo prendere qualche ingrediente per noi?” domandò Maghetto pieno di speranza.
“Si”, gli fece eco Streghina, “Qualcosa per noi!”
“prendete pure ragazzi, qui ce n'è per tutti”.
Maghetto e Streghina scelsero con cura una pelle squamosa di serpente, un rametto di salice piangente, una manciata di denti di pipistrello e un uovo di drago. Quindi si diressero verso casa con aria soddisfatta.
“abbiamo avuto una magnifica idea” disse Streghina.
“Ora non ci resta che costruire dei magici strumenti musicali con gli ingredienti che ci ha regalato Lampo”
“Già, così la festa, invece di pronunciare una formula magica la suoneremo.”
“E' vero !! Bravo Maghetto!! nessuno ci aveva pensato prima”.
Streghina e Maghetto ce la misero proprio tutta; versarono gli ingredienti magici in un grande paiolo e mescolarono per un po', poi li tirarono fuori, li posero sul tavolo e cominciarono a montare i vari pezzi.
Maghetto con la pelle di serpente costruì un giuro squamoso da suonare con il rametto di salice; streghina si costruì un uovo-maracas riempito con i denti di pipistrello.
La notte della festa finalmente arrivò e fu una notte davvero indimenticabile, vi era una lunga tavola ricolma di ogni golosità per streghe, maghi e fate: ortiche fritte, patatine al pepe, tisane alle erbe amare, gelato alla mela verde, confetti al rosmarino, marmellata di rose,trippa di drago, granita di rape, torta alla radice di mandragola.
Si fecero molti balli e canti intorno al fuoco, poi giunse il momento tanto atteso da tutti.
Maghi, streghe e fate pronunciarono formule magiche davvero strepitose e molto potenti, poi Maghetto e Streghina furono fatti salire su un palchetto per far sentire alle streghe, ai maghi, e alle fate più bravi del mondo la loro prima formula magica.
Nel silenzio generale Maghetto e Streghina cominciarono a suonare facendo uscire dai loro strumenti magici strani e affascinanti suoni: quella era la loro formula magica e diceva cosi :

La formula puoi suonare, la stiamo ad ascoltar
poi il cappello in premio avrai.
Il cappello con tante stelle, stelle splendenti
magiche e lucenti
stelle nel cielo blu
suona quello che vuoi tu!!

Tutti, sorpresi e conquistati, fecero un lungo applauso a Streghina e maghetto che ricevettero in dono il cappello stellato.



Pagina 1 di 1

Stampa questa pagina