Copyright © Fiabelandia.it
Info Privacy


 

I Troll sono personaggi immaginari le cui origini si perdono nelle tradizioni orali fiabesche e mitologiche scandinave. Pertanto hanno subito nel corso del tempo mutazioni dalla forma e dalle caratteristiche originarie. Si può dire che i Troll siano abitanti delle foreste e delle caverne che vi si trovano, luoghi bui e umidi. In certe storie hanno la peculiarità di dover vivere nell'ombra, in quanto se colti all'esterno dalla luce del sole vengono tramutati per sempre in pietra. Sono esseri grotteschi, rozzi, in certe rappresentazioni sono visti anche come particolarmente irsuti, altre volte sono rappresentati come giganti, alti 3 metri e più, in altre storie essi possono esser visti soltanto dai bambini. Generalmente sono malvagi, mangiatori di persone, in alcune leggende rubano i bambini dal letto sostituendoli con dei piccoli Troll.

Nella letteratura moderna, troviamo ne Lo Hobbit, di J.R.R. Tolkien, tre troll, chiamati Uomini Neri, che catturano Bilbo e vogliono cuocerlo per mangiarselo, finendo per litigare tra loro e venire colti dall'alba. Sono descritti come grandi e grossi, con facce volgari, litigiosi. Avvicinandoci ai nostri giorni, nella cinematografia del Signore degli Anelli e in Harry Potter troviamo due Troll, entrambi rappresentati come mostri enormi, di forza spaventosa ma stupidi e lenti.